Solco Maggiore | Solco Maggiore presenta “Sa.Sa.Bì”
Solco Maggiore è un’organizzazione di produttori agricoli dove la creatività è natura.
Agricoltura, produttori, natura, creatività
51031
post-template-default,single,single-post,postid-51031,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-2.0,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12.1,vc_responsive

Solco Maggiore presenta “Sa.Sa.Bì”

“Sono terra e profumo di buono, respiro ed ogni volta affiora un mio dono”

 

Il Gruppo Operativo (GO) “Terra Viva” ha presentato nella Focus 3A della Misura 16.1 az.2 del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) Regione Campania 2014/2020, il Progetto Operativo di Innovazione (POI) denominato “Sapori e Saperi Bio” (Sa.Sa.Bì).

L’obiettivo principale perseguito dalla Misura16.1 az. 2  del PSR è il trasferimento dell’innovazione.

Oltre il capofila, l’Organizzazione di Produttori “Solco Maggiore”, i cinque partners del progetto sono rispettivamente:

  • il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Salerno (DIIN) rappresentato dalla prof.ssa Donatella Albanese,
  • l’azienda agricola GB Agricola srl di Montoro (AV),
  • l’azienda agricola Albunia Farm di Roberto Albunia di Eboli (SA),
  • l’azienda agricola “I Sapori del Vesuvio” srl di Somma Vesuviana (NA),
  • Pin Service srl società di consulenza nell’ambito delle certificazioni di qualità.

Alla professoressa Marisa Di Matteo, insigne ricercatrice in tecnologia degli alimenti di livello internazionale, è stata affidata la direzione scientifica del progetto.

Sa.Sa.Bì. è rientrato nella graduatoria regionale dei 21 progetti ammessi e finanziati.

Il progetto coglie appieno l’opportunità di promuovere nuovi prodotti, in linea con la ridefinizione del termine consumo ed il nuovo modo di fare agricoltura. Lo scenario territoriale (SA-NA-AV), nel quale si è sviluppata la proposta progettuale, esprime un articolato sistema produttivo di grande valore qualitativo. In particolare la “Piana del Sele” (SA) rappresenta un bacino produttivo specifico, ad elevata fertilità e favorevoli condizioni pedo-climatiche, con una efficiente rete stradale e di servizi di settore ed una notevole presenza di Organizzazioni di Produttori dedite prioritariamente all’aggregazione dell’offerta nonché alla commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli.

In sintesi, gli obiettivi e le attività del progetto consistono nell’utilizzo dell’esubero (non scarto) di ortaggi freschi certificati, trasformato in confetture, succhi, conserve, essiccati con sistemi idonei a preservarne sia il controllato valore nutrizionale e nutraceutico (= antiossidanti, antinfiammatori, antitumorali) sia una importante shelf life per alcuni prodotti , ottenuta esclusivamente con metodi naturali. Mentre con le tecnologie “Internet of Things” per il tracciamento e lo storytelling dei prodotti, si evidenzierà lo stato del prodotto in campo e la qualità del contesto paesaggistico.

Tale pianificazione, stricto sensu, risponde anche all’esigenza di innovare le tipologie di vendita, istruire il fruitore al valore della qualità globale anche in chiave della più generale “prevenzione” con prodotti funzionali, nonché tutelare posti di lavoro inclusivi e strategici per l’economia agricola locale.

Pertanto, il progetto intende: far crescere la competitività dei prodotti agricoli attraverso una innovativa attività di preparazione di beni funzionali, ritenuta strategica per l’implementazione delle vendite ad elevata marginalità.

Tuttavia, in questo luogo progettuale, la OP Solco Maggiore in qualità di soggetto capofila ha fortemente impresso il proprio valore identitario attraverso l’esaltazione della autentica bellezza del paesaggio produttivo campano e la scelta del metodo produttivo, ha deciso di svolgere in pienezza la sua funzione sociale e relazionale con i mondi ad essa connessi (imprese, consumatori, ricercatori, professioni, mercati, ecc.), ha orientato il proprio impegno verso la costruzione di una nuova “etica”, non solo produttiva.

https://www.sasabio.it/

No Comments

Post a Comment